giovedì 11 gennaio 2018

UN PRINCIPE ALLA CORTE DI RE ARTU'





Principe Valiant (Prince Valiant) è un personaggio dei fumetti creato dal disegnatore e illustratore canadese, poi naturalizzato statunitense, Hal Foster. Creato nel 1937, 






le tavole venivano inizialmente pubblicate sui supplementi domenicali dei quotidiani americani. 




Nel 1995 fu uno dei venti personaggi a fumetti inclusi nella serie commemorativa di francobolli statunitensi Comic Strip Classics. Il successo del fumetto ha portato alla produzione di due lungometraggi e di una serie a cartoni animati.

 
 alcune strisce del fumetto

La storia di questo personaggio dei fumetti può essere così sintetizzata,Valiant, giunto a Camelot dalla lontana Thule, località immaginaria sulle coste norvegesi, diviene un cavaliere della Tavola Rotonda agli ordini di Re Artù e da qui il personaggio parte per il mondo intero: dalle corti reali europee alla Terra santa, dal Sahara all’India, fino alla Cina,

 

combattendo con la sua spada magica Flamberge contro i Sassoni e gli Unni e altre spedizioni che mettono in risalto il suo valore. Durante una missione salva la principessa Aleta, regina delle Isole Nebbiose, che sposa e dalla loro unione nasce Arn che seguirà le gesta del padre.

 Le avventure hanno sia ambientazioni reali che mitiche, così come le vicende che si trova a vivere, che possono essere storicamente documentate come le crociate per il Santo Sepolcro o di fantasia o relative a ad altri personaggi immaginari come Robin Hood.





Tra le scatole della mia collezione era presente la confezione di questo personaggio della Andrea Miniatures in 54mm, che però il produttore classifica come "Viking Lord", che ho pensato di realizzare.




la confezione è composta di pochi particolari (4 pezzi) che però permettono di realizzare un discreto modello. 


la base presente nel kit è stata ridotta di dimensioni per poterne effettuare il montaggio su una basetta di legno


e stato necessario per incorporare la basetta originale sulla base in legno di sostegno, aggiungere del DAS per raccordare le superfici.

sono poi stati aggiunti dei materiali inerti, riproducenti erba e sassi.


il tutto è stato verniciato ad aerografo con dei ritocchi a pennello.




 dopo una prova a secco del montaggio sulla basetta,


 i particolari del soggetto sono stati verniciati separatemente.



per arricchire il modello, sono stati autocostruiti lo scudo e l'elmo


lo scudo e l'elmo sono stati realizzati in autocostruzione utilizzando i disegni dei fumetti a disposizione.


 questo è il modello completato


il risultato del soggetto finito è ottimo, considerando la finitura dello stampo.






venerdì 22 dicembre 2017

COSPLAY WOMAN-CAPITAN AMERICA



Avete mai visto i Cosplay di Capitan America, bene ne esistono anche delle versioni al femminile.



 E guarda caso qualcuno ha prodotto un modello in resina in scala 1/6.



Un amico con la passione dei personaggi della Marvell che lo aveva acquistato me ne ha commissionato la realizzazione.


il kit è composto di pochi pezzi, il busto comprensivo di testa, le braccia, le gambe e una base.

il lavoro più lungo è stato quello di stuccare i particolari che presentavano svariate bolle far combaciare in maniere idonea la braccia e le gambe al busto, creando dei perni da inserire tra le parti per rendere più solido l’assemblaggio, sulla base di supporto al modello che non era piana è stato necessario praticare degli scassi per permettere ai piedi di posizionarsi correttamente.







Dopo i lavori per permettere un buon assemblaggio delle parti e la loro levigatura, i particolati sono stati verniciati separatamente.








Per la colorazione è stata utilizzata una foto della Box Art del produttore e alcune foto reali del personaggio.

Sui pezzi a fine verniciatura è stato applicato uno strato di vernice trasparente lucida prima di essere assemblati.







Dopo l’assemblaggio, alcune piccole fessure tra i particolari sono state chiuse con del Vinavil, mente la zona di unione tra il braccio sinistro (quello con lo scudo) e il corpo è stato stuccato e ritoccato successivamente.






Alcuni particolari sono stati lasciati lucidi (scudo e scarpe) mentre sul resto è stata applicata una vernice trasparente satinata per volto cosce e mani, per il resto del trasparente opaco.








Il risultato è soddisfacente considerando la qualità del modello